Al CES 2020 molte aziende hanno mostrato i propri progetti per le città del futuro e Toyota in particolare ha rivelato il suo prototipo per la realizzazione di un laboratorio vivente su un’area di 70 ettari (708.000mq) alla base del monte Fuji in Giappone. 

Questa città futuristica sarà chiamata Woven City e sarà un ecosistema completamente connesso e alimentato da celle a combustibile a idrogeno.

Servirà da casa a ricercatori che intanto potranno testare e sviluppare tecnologie come l’autonomia, la robotica, la mobilità personale, le case intelligenti e l’intelligenza artificiale in un ambiente reale. 

20200107-01-07-s

Il presidente della Toyota Motor Corporation, Akio Toyoda, ha affermato: “Diamo il benvenuto a tutti coloro che sono ispirati a migliorare il nostro modo di vivere nel futuro, a trarre vantaggio da questo ecosistema di ricerca unico nel suo genere e ad unirsi a noi nella nostra ricerca per creare uno stile di vita e una mobilità sempre migliore per tutti”.

L’architetto danese Bjarke Ingels è stato incaricato della progettazione di Woven City, dopo che il suo team ha firmato opere come il Two World Trade Center a New York, la Lego House in Danimarca e le sedi centrali Google in California e a Londra. 

Il design della città

Le strade avranno tre differenti destinazioni d’uso: solo per i veicoli più veloci, dedicato a velocità inferiori come mobilità personale e pedoni ed infine per percorsi esclusivamente pedonali come ad esempio nei parchi. 

20200107-01-04-s

Le emissioni di CO2 saranno ridotte al minimo grazie a edifici realizzati per lo più in legno, i tetti saranno provvisti di pannelli fotovoltaici per generare energia solare oltre a quella generata dalle celle a combustibile a idrogeno.

Nelle residenze ci saranno ovviamente le più recenti tecnologie di domotica e per spostare i residenti attraverso la città verranno utilizzati solo veicoli completamente autonomi e ad emissioni zero. 

20200107-01-08-s

Toyota ha in programma di accogliere in questa città i dipendenti della Toyota Motor Corporation con le loro famiglie, le coppie in pensione, gli scienziati in visita e i partner del settore. Inizialmente la popolazione prevista è di 2000 persone e l’inaugurazione del sito è prevista per l’inizio del 2021.

20200107-01-06-s

The following two tabs change content below.

Isabella Fresia

Laureata in Scienze dei beni culturali all'Università degli Studi di Milano, fotografa di moda e appassionata di auto e viaggi!

Ultimi post di Isabella Fresia (vedi tutti)